I denti e i danni da fumo

Salvare il sorriso e i propri denti dai danni da fumo

Il fumo è uno dei fattori-rischio più significativi nello sviluppo e progressione della parodontite (piorrea). La parodontite avanza più rapidamente, con un decorso più aggressivo e refrattario alle cure.

I fumatori hanno un rischio più elevato di contrarre la malattia parodontale (parodontite o piorrea) perché i denti col fumo tendono a macchiarsi.

In un dente macchiato, reso ruvido in modo anomalo, si deposita maggiormente la placca ed il tartaro.

La superficie del dente in questo modo tende a “calamitare” facilmente i residui del cibo e viene cosi esposta di più al rischio di aggressione batterica con le immaginabili conseguenze.

Il fumo andrebbe limitato anche in caso di interventi di implantologia dentale.

La nicotina, sostanza alcaloide di origine vegetale la cui azione tossica a lungo andare è molto nota, non è la sola responsabile. Nel fumo di una sigaretta si sviluppano e vengono rilasciati anche dei condensati del catrame che possono essere causa di irritazione gengivale.

Altre sostanze citotossiche contenute in una sigaretta possono distruggere le cellule adibite al mantenimento dei tessuti di sostegno dei denti.

Danni ai denti causati dal fumo
Danni ai denti causati dal fumo

La ricerca contrappone il fumo con il benessere dei denti

I ricercatori hanno dimostrato che le persone con il vizio del fumo vanno incontro più spesso, a livello orale, ad una serie di problemi quali:

  • Recessioni gengivali.
  • Tasche parodontali più profonde.
  • Perdita di denti (Il fumo rende più grave la parodontite, responsabile della perdita dei denti).
  • Minor successo della terapia parodontale.
  • Alitosi.
  • Ingiallimento e macchie sui denti.
  • Perdita di osso (*).
  • Rallentamento dei processi di guarigione dei tessuti in seguito ad intervento chirurgico.
  • Perdita del gusto.
  • Sistema immunitario che non riesce più a rispondere in maniera adeguata.
  • Minor successo con gli impianti dentali.
  • Piaghe in bocca.
  • Cancro orale.

(*) I fumatori di sigaro e di pipa presentano una perdita di denti ed osso alveolare equivalente a quello dei fumatori di sigarette.

Fumo e implantologia dentale

Il fumo, come prima accennato, sembra che provochi una serie di problemi anche nel caso di interventi di Implantologia dentale. Il rischio maggiore riguarda la perimplantite. Per perimplantite si intende l’infiammazione della mucosa con formazione di tasche parodontali intorno agli impianti inseriti. I pazienti fumatori sono più soggetti, rispetto ai non fumatori, a questo tipo di problema. La perimplantite, se non curata, può portare alla perdita dell’impianto.

Ma ora una buona notizia:

se il paziente smette di fumare o riduce drasticamente il numero di sigarette fumate giornalmente, ci sarà un miglioramento nel risultato del trattamento implantare. Se il paziente smette di fumare 3-4 settimane prima di posizionare gli impianti e non fuma durante il periodo di guarigione, migliorerà la prognosi.

Il nostro invito perciò ai pazienti fumatori è:

Quando si eseguono interventi di Chirurgia Parodontale o di Implantologia dentale, bisogna cercare di limitare il fumo di tabacco, o meglio ancora sospenderlo del tutto. La guarigione dei tessuti avviene molto prima.

I danni della sigaretta elettronica sui denti

Per aiutare i fumatori accaniti a limitare i danni dovuti al fumo, da qualche anno viene commercializzata la sigaretta elettronica, che data la mancanza del catrame dovrebbe ridurre notevolmente gli effetti nocivi del tabacco sull’organismo, compresi denti e bocca.

Per quanto riguarda i danni provocati al cavo orale dalla sigaretta elettronica non ci sono ricerche scientifiche e dati certi quindi non è possibile affermare con certezza se e quali siano le ripercussioni sulla salute della bocca. Ciononostante gli studi scientifici stanno dimostrando che sicuramente la sigaretta elettronica ha effetti meno dannosi rispetto alla sigaretta tradizionale.

Ovviamente la soluzione migliore rimane sempre quella di smettere totalmente di fumare.

Se smetto di fumare i denti ritornano bianchi?

Questa è una delle domande più interessanti: ho smesso di fumare, dopo quanto tempo i denti ritornano bianchi? Tra gli svantaggi di questo vizio c’è sicuramente l’ingiallimento dello smalto, e togliere il tabacco dalle proprie abitudini porta sicuramente a un beneficio nel tempo.

Già dopo qualche giorno il gusto e l’olfatto riprendono a trasmettere informazioni che si erano perse a causa del fumo. Anche i denti possono beneficiare di questa scelta. Ma dopo quanto tempo diventano di nuovo bianchi?

Senza una terapia adeguata il processo di ingiallimento si ferma e diminuisce lentamente, ma se vuoi recuperare il colore bianco devi utilizzare dentifrici specifici e andare dal dentista per una pulizia dei denti professionale. Queste tecniche permettono di recuperare un buon colore dello smalto anche se sarà molto difficile ottenere il colore di chi non ha mai fumato.

Come salvare il sorriso attraverso il turismo dentale

Sempre più pazienti italiani decidono di affidarsi alle cure di Medici Dentisti che operano all’estero. I costi sono più bassi e la qualità dei materiali utilizzati è di altissimo livello.

Noi della International Dental Clinic abbiamo una clinica a Belgrado aperta 365 giorni l’anno con 10 specialisti nelle varie aree della odontoiatria:

  • Chirurgia dentale;
  • Protesi;
  • Odontoiatria conservativa;
  • Terapia laser;
  • Sbiancamento denti.

Il dentista che si occupa delle cure dentali è un dentista italiano, il Dott. Dante Cerbini.


Il Dott. Dante Cerbini con alcuni membri del suo staff di Belgrado

Guarda la video testimonianza di una nostra paziente

Il percorso di cure

Quando si intraprende un percorso di cure odontoiatriche importante spesso capita di dover spendere cifre importanti.

Quello che noi della International Dental Clinic consigliamo è di scegliere un Dentista bravo, che usi impianti con passaporto implantare, materiali di alta qualità e garantiti 10 anni come facciamo noi.

Inoltre è importante, specialmente se si decide di intraprendere delle cure all’estero, di avere una persona italiana che vi segua per tutto il percorso di cure.

E’ importante avere qualcuno che vi segua sia nelle trafile logistiche (biglietto aereo, alberghi) ma anche nella spiegazione dei preventivi, nella chiarezza dei vari step della vostra cura dentale.

Inoltre è importantissimo avere degli studi dentistici convenzionati in Italia dove poter andare per i controlli di routine tra uno step e l’altro che si fanno all’estero.

Il nostro referente italiano è Giampiero Ciarafoni volete conoscerlo? Guardate il video sottostante dove Giampiero spiega in modo chiaro che cos’è il turismo dentale e perché conviene venirsi a curare da noi della International Dental Clinic di Belgrado.

Giampiero Ciarafoni referente per l’Italia della International Dental Clinic

Telefono ufficio: 06 87452624
Cellulare: 320 192 4549 anche WhatsApp
Email: giampierociarafoni@gmail.com

Leave a Reply

Your email address will not be published.